Nos méthodes alternatives à l’expérimentation animale

Dentro i nostri prodotti

I nostri metodi alternativi alla sperimentazione animale

chrono Tempo di lettura : 0 min.

L'Oréal non testa alcun prodotto o ingrediente sugli animali

La salute e la sicurezza dei consumatori sono sempre state un’assoluta priorità per L’Oréal, così come lo è la promozione del benessere degli animali. Da oltre 30 anni all’avanguardia nel campo dei metodi alternativi, L'Oréal non testa alcun prodotto o ingrediente sugli animali.

Con l’aiuto della Ricerca, il Gruppo ha sviluppato una procedura estremamente rigorosa per valutare la sicurezza dei suoi prodotti.
Molto prima che la questione della sperimentazione sugli animali venisse affrontata dalla società civile o dal quadro normativo, L’Oréal si era già impegnata a testare la sicurezza dei prodotti utilizzando metodi nuovi che non implicassero il ricorso agli animali.
Dal 1979, con vero spirito pionieristico, L’Oréal ricostruisce modelli di pelle umana in laboratorio da utilizzare per condurre test di sicurezza in vitro, e quindi come alternativa agli animali. Da allora L'Oréal ha aperto un centro Episkin a Lione (Francia) e uno a Shanghai (Cina) dove vengono realizzati i modelli di pelle ricostruita.
Oltre a questi modelli, L'Oréal dispone anche di numerosi strumenti predittivi che non coinvolgono gli animali, come ad esempio la modellistica molecolare, i sistemi tossicologici specializzati, le tecniche di imaging e molti altri.


image
 

Da oltre 30 anni L’Oréal è all’avanguardia nei metodi alternativi

L'Oréal ha abolito la sperimentazione animale di tutti i propri prodotti nel 1989, ben 14 anni prima rispetto il termine fissato dalla normativa. Oggi L’Oréal non testa più i propri ingredienti sugli animali e non tollera alcuna eccezione a questa regola.

Esistono tuttavia alcune autorità sanitarie che decidono autonomamente di testare determinati prodotti sugli animali, come avviene ad esempio in Cina.
Da oltre 10 anni L’Oréal è l’azienda più attiva nel collaborare attivamente con le autorità e gli scienziati cinesi per individuare dei metodi di sperimentazione alternativi riconosciuti, permettendo quindi alla normativa sui prodotti cosmetici di progredire verso una totale e definitiva abolizione dei test sugli animali.
Grazie a questo impegno, dal 2014 alcuni prodotti fabbricati e commercializzati in Cina come shampoo, docciaschiuma o make-up non sono più testati sugli animali.

Scopri

Metodi alternativi alla sperimentazione animale

Guarda il video

Scopri

Le ultime novità

Trova qui le tematiche più recenti relative a "Dentro i nostri prodotti"

  • La nostra procedura di eco-progettazione

  • I nostri impegni per il rispetto dell’ambiente

  • Formule più rispettose dell’ambiente acquatico

  • Netlock, la nostra tecnologia per una protezione solare più efficace

  • La classificazione delle sostanze CMR

  • Tracce di impurità e di contaminanti: definizione, regolamentazione e gestione

  • "Naturale" e "Chimico": che confusione!

  • I label, cosa sono e a cosa servono?

  • Neonati, bambini, adolescenti e donne in gravidanza: bisogni specifici

  • Beauty App

  • La composizione dei prodotti: la nostra expertise

  • Gli interferenti endocrini

  • La sicurezza dei prodotti: la nostra priorità assoluta

  • La qualità al centro del prodotto

  • Metalli pesanti

  • I nostri metodi alternativi alla sperimentazione animale

  • Conformità alle normative in ambito cosmetico