Dentro i nostri prodotti

Ossibenzone

chrono Tempo di lettura : 0 min.

Che cos’è l’ossibenzone?

L’ossibenzone è un filtro solare organico (a base di carbonio), la cui principale azione è assorbire i raggi UVA corti e UVB, i quali favoriscono l’abbronzatura ma contribuiscono anche all’insorgenza di scottature e cancro alla pelle. 

Nei nostri prodotti è riportato sulla confezione nell’elenco degli ingredienti con la denominazione OXYBENZONE negli Stati Uniti e in Canada, mentre nel resto del mondo è indicato con la denominazione BENZOPHENONE-3.

Qual è la sua origine?

What is it used for?

L’ossibenzone è un composto organico sintetico (composto da carbonio, ossigeno e idrogeno) che assorbe i raggi UV.

A cosa serve?

L’ossibenzone protegge la pelle dagli effetti dannosi del sole. 

Assorbe principalmente i raggi UVB, responsabili delle scottature e dell’incremento del rischio di sviluppare il cancro alla pelle.
Assorbe anche i raggi UVA corti, causa principale dell’invecchiamento cutaneo.
L’ossibenzone rimane stabile alla luce ed è perciò efficace durante l’esposizione solare.

  • Assorbe i raggi UVA e UVB

  • Anti-scottature

  • Protezione contro l’invecchiamento cutaneo

Perché viene messo in discussione?

L’ossibenzone non presenta un buon profilo ambientale: è ritenuto un possibile responsabile dei danni causati ai coralli. Alcuni paesi come le Hawaii e le isole Palau ne hanno vietato l’uso. 

L’ossibenzone è inoltre considerato un interferente endocrino.


I dati

  • L’uso e la concentrazione dell’ossibenzone nei nostri prodotti cosmetici sono controllati attentamente e rispettano limiti stringenti per evitare ogni possibile impatto sull’ambiente acquatico.
  • Nell’ambito del Regolamento europeo sui prodotti cosmetici, la Commissione europea ha identificato 28 sostanze sospettate di agire quali interferenti endocrini. Il Comitato Scientifico per la Sicurezza dei Consumatori (SCCS) ha il compito di valutare la presenza di una possibile attività endocrina che risulti nociva per la sicurezza dei consumatori. Un primo gruppo di 14 sostanze sarà esaminato in via prioritaria nel 2020. L’ossibenzone rientra in questo primo gruppo. Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l’ossibenzone non è un interferente endocrino.

Perché è impiegato nei nostri prodotti?

Text block 5

Laddove possibile, formuliamo prodotti per la protezione solare con filtri che presentano un profilo ambientale migliore rispetto all’ossibenzone. 

Negli Stati Uniti e in Canada le autorità competenti hanno limitato il numero di filtri solari approvati, eliminando anche l’ossibenzone. Di conseguenza questo filtro non è più utilizzato solamente in questi due paesi. In questi prodotti per la protezione solare la concentrazione di ossibenzone è ottimizzata per limitarne l’impatto sull’ambiente.

Come tutti gli altri nostri prodotti, quelli contenenti ossibenzone sono sottoposti sistematicamente a una rigorosa valutazione della loro qualità e della loro sicurezza per i consumatori. Si tratta di un principio fondamentale che applichiamo in tutto il mondo.

Scopri

Prodotti per la protezione solare: comprendere il fattore di protezione

Guarda il video
  • Qual è l’impatto dei raggi ultravioletti sulla nostra pelle?

  • Protezione solare: una vera e propria questione di salute pubblica

Scopri

Filtri solari

I filtri solari sono ingredienti che assorbono o riflettono i raggi UV del sole per proteggere la pelle dagli effetti dannosi di quest’ultimo.

  • Biossido di titanio

    Maggiori dettagli
  • Filtri solari

    Maggiori dettagli
  • Mexoryl® SX

    Maggiori dettagli
  • Mexoryl®  XL

    Maggiori dettagli
  • Octinossato

    Maggiori dettagli
  • Octocrilene

    Maggiori dettagli
  • Omosalato

    Maggiori dettagli
  • Ossido di zinco

    Maggiori dettagli